Una nuova stella da oggi brilla nel firmamento degli OSM Partner d’Italia, OSM Partner Catania Due, capitanata da due giovanissimi imprenditori del mondo della ristorazione protagonisti nella loro città, Catania, con un format innovativo e vincente.

Diamo il benvenuto a Fabio e Giuseppe.

Conosciamoli meglio:

Ciao Giuseppe e Fabio, parlateci un po’ di voi

Giuseppe:

28 anni, sposato, una bellissima bimba. Nella ristorazione dall’età di 13 anni. Inizio il percorso con la scuola alberghiera e mi appassiono al mondo del Bartending. Divento un barman AIBES con ottimi risultati anche in competizioni nazionali. La mia piccola prima impresa è stata un baretto in una piccola cittadina. Dopo 3 anni decido di volermi mettere alla prova in una piazza di gran lunga più grande e parto per Milano. Resto lì come direttore di sala in un locale su Piazza Duomo per circa 3 anni. A questo punto torno a Catania, studio sommelerie e decido di investire nella mia città su un format nuovo. Nel 2016 nasce DOC (Duomo of Catania) un bel successo che a Luglio del 2019 raddoppia con un nuovo progetto. Insieme al mio consulente Fabio, oggi socio,  diamo vita a Docalquadrato.

Fabio:

37 anni, sposato.

Inizio il percorso ristorazione come aiuto e tutto fare in tenerissima età. Studio elettronica al mattino ma lavoro la sera in cucina fino ai 18 anni. Da lì corsi e studi per incrementare la formazione tecnica dedicando alla ristorazione la parte più importante della mia giornata.

Nel 2008 nasce la mia prima impresa ed inizio gli studi di sommelerie ed in seguito Bartending.

Nel 2011 mi qualifico e continuo la formazione fino a diventare Direttore di corso e Relatore.

Dal 2012 mi occupo di consulenza Food & Beverage per tante aziende fino al 2018 dove trovo il culmine della mia esperienza come F&B corporativo per una importante catena di Resort operante in America Latina.

Rientrato in Italia creo insieme a Giuseppe, per cui ero già consulente, Docalquadrato. Oggi le imprese viaggiano sotto un unica bandiera mirando alla continua crescita puntando il focus principale sulle Persone.

Come avete conosciuto OSM?

Abbiamo conosciuto OSM grazie ad un caro amico a cui ci lega altissima stima reciproca, Fabio Scrofani.

Ci invitò ad un evento di formazione e da lì capimmo subito che stavamo sbagliando qualcosa.

Così, subito I-Profile, corso effective manager e poi quel che ci ha fatto esplodere testa e cuore, ossia l’evento Reloveution a Palermo.

Aver incontrato tutti quegli imprenditori ci ha dato carica e idee di sostanza e ne saremo sempre grati.

Quali risultati hai ottenuto che non pensavi mai di raggiungere?

I risultati dopo esserci messi in gioco e dopo aver messo in pratica i consigli e le azioni vincenti OSM sono stati incredibili.

In pieno Covid non ci siamo fermati, abbiamo studiato e messo in campo le azioni che ci hanno permesso di non mollare. Nei mesi di Luglio e Agosto 2020 non solo non abbiamo perso punti ma abbiamo aumentato in maniera sensibile i fatturati. Ma la cosa più importante, non siamo schiavi della nostra stessa azienda. Abbiamo migliorato la nostra qualità del tempo ed imparato a lavorare sul l’azienda e non dentro l’azienda.

Qual è stato il click che vi ha spinto a diventare OSM Partner Catania Due?

La voglia di diventare partner è nata da subito ma si è concretizzata durante il nostro corso Leadership.

Avere imprenditori che aiutano altri imprenditori ad applicare azioni vincenti è la svolta!

Non è teoria, non è consulenza. È la concretezza di esserci passato e quindi dare il Consiglio pratico di un problema effettivamente risolto.

Siamo stati aiutati e pensiamo di essere testimonianza reale di come si possa svoltare. Per questo ci siamo chiesti cosa potevamo fare per chi, come noi, voleva riprendersi il proprio tempo e nello stesso tempo far crescere la propria impresa. La risposta è stata chiara. Diventiamo Partner.

Qual è il vostro prossimo progetto? 

Il prossimo progetto è condiviso.

Stiamo strutturando l’azienda per renderla replicabile e scalabile.

Vogliamo usare le sedi attuali come palestre per formare non solo operatori del settore professionisti ma soprattutto manager, responsabili e, perché no, nuovi imprenditori.

Il vostro sogno nel cassetto? 

Fabio: Costruire una rete di belle persone che portino in giro per il mondo i valori e l’energia della mia azienda attraverso un franchising.

Giuseppe: Essere marchio riconosciuto nel mondo come garanzia di qualità e correttezza.